LA RISERVA DEL RE FAVA LARGA INTERA TIPO MONREALE

Una varietà di fava che ben si presta alla preparazione di piatti nobili della tradizione come “Favi bollite a cunigghiu”, private dell’ilo, cotte lentamente insieme ai cardi selvatici, bietole, pastinaca, olive nere, peperoncino, “Favi Pizzicati” e “’a Favata”.

FAVA LARGA TIPO MONREALE LA RISERVA DEL RE

Caratteristiche morfologiche e aspetto: fava caratterizzata dalla grossezza del seme. E’ una fava grossa ma nello stesso baccello possono trovarsi semi più grandi e più piccoli che vanno separati durante la pulitura del prodotto secco raccolto. Calibro 17-12mm. Colore verde chiaro cangiante. Per ottenere un colore  chiaro vanno mietute oltre lo stato ceroso ma ancora non troppo secche, raccolte in andane e lasciate essiccare. Quindi trebbiate in campo con adeguamento dei giri della trebbia per evitare eccessive rotture.

Varietà e popolazioni locali: come per gli altri legumi anche i vari tipi di fava sono il risultato del microclima e delle caratteristiche del terreno nelle specifiche aree territoriali che si stendono all’interno dei territori provinciali a macchie di leopardo, spesso frammentate in appezzamenti di pochi ettari di singoli produttori. Essendo le popolazioni rigenerate, cioè riseminate di anno in anno, diverse e non standardizzate, i lotti di produzione provenienti dal raccolto dello stesso anno possono presentare caratteri diversi per colore e per consistenza, spessore della buccia e tenacità dell’interno del seme. Più una popolazione comprende diverse linee o un miscuglio più semi, maggiore sarà la diversità di colore e consistenza in una stessa partita di prodotto. “La fava cottoia modicana”, “La fava di Leonforte”, “la fava di Monreale” ne sono un esempio.

Caratteristiche organolettiche: ricche in fibre  le fave fresche e secche permettono di preparare una gamma amplissima di appetitose zuppe e minestre. Dal sapore delicato delle minestre di primavera con le fave fresche perfettamente compatibili con gli altrettanti delicati piselli ai gusti rustici , ma raffinati, delle zuppe che vedono come protagoniste quelle secche. Eliminando il peduncolo, anche se operazione noiosa, si potrà assaporare appieno il loro sapore delicatamente dolce.

Profilo aromatico ed impiego gastronomico: come per i piselli il profilo aromatico delle fave secche e di quelle fresche risulta diverso. Il prodotto fresco ha note più dolci, il secco si arricchisce di note erbacee e di terra con risultati al gusto più astringenti e assai ricchi di note sfumate.

la-riserva-del-re-produzione-fava-grossa-tipo-monreale.jpg

ECCO QUALCHE IDEA PER UTILIZZARE IN CUCINA QUESTO CAPOLAVORO DELLA NATURA

Vuoi provare il nostro prodotto? Ecco qualche spunto di ricetta della tradizione che potrebbe fartelo gustare al meglio.

Sei un rivenditore/distributore e desideri maggiori informazione sui nostri prodotti?

Il nostro desiderio è che i prodotti La Riserva del Re possano arrivare i consumatori finali in modo sempre più agevole e che possano diventare parte della loro alimentazione sana. Se sei dunque interessato alla distribuzione dei nostri prodotti, contattaci.